Tendenze: porta in tavola lʼestate con i piatti in ceramica

Lʼallegria del colore declinata nei piatti decorati a mano: idee e spunti per vestire la tavola nella bella stagione

Estate: quale miglior periodo per visitare posti diversi e lontani e acquistare oggetti di uso comune da portare con noi per ricordo? Ecco arrivata l’occasione per poterli utilizzare: con l’esplosione del colore, anche la tavola diventa più allegrae i cibi anche più buoni. Che si tratti di un caffè, di una colazione in terrazza o di un pranzo leggero e goloso da condividere con la famiglia e gli amici, ecco qualche suggerimento per recuperare e utilizzare i piatti in ceramica che abbiamo collezionato come souvenir.

Si mangia prima con gli occhi che con la bocca: lo sanno bene gli chef che presentano con estrema dovizia i loro piatti prelibati. Ma anche noi nel nostro piccolo possiamo accontentare lo sguardo preparando la tavola estiva con piatti allegri e colorati.

Se abbiamo avuto modo di viaggiare e di acquistare piatti e vettovaglie dell’artigianato locale, ecco che è arrivata l’occasione giusta per vestire la nostra tavola utilizzando piatti, tazze e tazzine che abbiamo raccolto qua e là nel nostro girovagare.

Piccoli capolavori da collezionare: dalle ceramiche di Vietri e Ravello, toscane o umbre, alle maioliche siciliane di Caltagirone, ma anche quelle che arrivano dal resto del Mediterraneo, come il Portogallo, sono perfette per accompagnare qualsiasi menù.
Servire le specialità delle nostre latitudini sarà ancor più gradevole e porterà il sole in tavola se impiattate nelle ceramiche coloratissime. Melanzane e zucchine grigliate saranno ancor più deliziose, la tavola guarnita da ciotole ricolme di limoni e agrumi sarà allegra ed elegante, perfino la semplice anguria sembrerà un piatto ricercato se servita su un piatto colorato.

Se abbiamo raccolto le ceramiche in viaggi esotici visitando luoghi lontani, potremo servire il caffè in tazzine che arrivano nientemeno che dal Brasile, oppure preparare gli antipasti nei piatti da portata che ricordano i colori dell’Africa, o ancora proporre i macarons su piatti decorati che arrivano dalla Thailandia.

Non possono mancare le ceramiche cinesi, che coi loro toni azzurri ben si accompagnano al tema marino delle case lungo le coste; per servire il pescepotremo utilizzare piatti che con la loro forma accompagnano le prelibatezze raffinate del pescato; potremo apparecchiare con interi servizi finemente decoraticon toni blu e verdi che arrivano nientemeno che dall’Uzbechistan.

Insomma, chi più ne ha, più ne metta perché anche in questo caso la fantasia e la voglia di giocare con i colori vanno lasciate libere di esprimersi.
Buon appetito!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here