Carla Fracci si trasforma in Madonna futuristica in abiti riciclati per il Teatro del Silenzio

Un abito corazza in cartoncino plissettato per etoile protagonista con Andrea Bocelli

Un abito corazza in cartoncino plissettato trasformerà Carla Fracci in una Madonna futuristica. Così l’etoile vestita di bianco entrerà in scena il 2 e 3 agosto per la 12/a edizione del Teatro del Silenzio, la seconda con la regia di Luca Tommassini e abiti realizzati dalla costumista Claudia Tortora, nel laboratorio Scart di Waste Recycling, società del Gruppo Hera, dove copertoni, camere d’aria, plastiche e carta hanno assunto la forma di centinaia di abiti, accessori e oggetti di scena.
Oggetti e accessori che animeranno il palco di Lajatico (Pisa) durante il concerto di Andrea Bocelli sono tutti realizzati con materiali di recupero: teste equine in cartone riciclato, macro ventagli in plastica e pluriball, maschere animali tridimensionali e sculture floreali in carta, poi corni, scudi, acconciature, tiare e abiti struttura che con l’uso di led renderanno i ballerini vere e proprie lampade viventi.

FONTEAnsa
SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here