Cinque rimedi naturali per tingere i capelli bianchi

Per mascherare gli odiosi fili dʼargento che compaiono sulla nostra chioma possiamo attingere alla dispensa: ecco come

Quando ci stiamo pettinando e scopriamo il primo capello bianco lo schok purtroppo c’è: è l’inizio della fine… nel senso che da quel momento in poi la consapevolezza che la situazione non possa che peggiorare si fa strada e lo sconforto… pure! Ma prima di arrenderci senza condizioni, possiamo allontanare lo spettro della vecchiaia con qualche rimedio casalingo dal budget ridottissimoe dai risultati apprezzabili.

Chissenefrega se è questione di melatonina che fa le bizze: quel che importa è che con la comparsa indesiderata del primo capello bianco immediatamente ci sentiamo più vecchie di quanto non siamo. Ma reagire al malumore con forza e vigore si può: imbracciamo le armi – naturali, ovviamente – per porre rimedio e ritornare a una chioma degna della nostra età.
Ecco dunque cinque modi semplici semplici per mascherare i fili argentati.

Il più gustoso: uno dei rimedi più semplici e immediati è quello di tingere i capelli con il caffè. Facciamo una bella moka di caffè da far raffreddare e poi versiamo il liquido scuro sui capelli prima di lavarli. Massaggiamo delicatamente e lasciamo in posa per una decina di minuti. Per fissare al meglio il colore e puntare su un effetto più duraturo possiamo risciacquare con l’aceto di mele. Ottimo anche per contrastare la caduta dei capelli grazie alla caffeina, questo metodo è tra i più vecchi e utili.

Il più zen: per nascondere i capelli bianchi possiamo anche ricorrere al tè nero. Facciamo un infuso immergendo le foglioline del tè in un litro d’acqua, portiamo ad ebollizione per mezz’ora e poi lasciamo riposare per una notte intera. Dopodiché, filtriamo l’acqua e versiamo il tè macerato sui capelli. Lasciamolo in posa un’ora, prima di risciacquare e lavare i capelli. Il tè è ricco di pigmenti e per questo maschera i capelli bianchi con dolcezza e senza difficoltà.

Il più profumato: salvia e rosmarino sono erbe aromatiche molto efficaci per nascondere i capelli bianchi. Se vogliamo usare la salvia, portiamo a bollore un litro d’acqua dove verseremo due etti di foglie, lasciamo bollire per mezz’oretta e lasciamo raffreddare. L’infuso può essere utilizzato come pre-shampoo, prima del lavaggio, cercando di lasciarlo in posa per almeno 30 minuti: l’impacco ravviverà il colore della chioma e scurirà i primi capelli bianchi. Il rosmarino si può utilizzare per preparare un infuso da far raffreddare e usare come risciacquo dopo lo shampoo.

Il più goloso: chi lo direbbe che anche il cacao può essere un prezioso alleato per scurire i capelli bianchi naturalmente? Ecco la ricetta: mescoliamo tre cucchiai di cacao con altrettanti di miele fino a ottenere un composto omogeneo. Lasciamo agire sui capelli asciutti per circa un’ora prima di sciacquare. I capelli saranno subito più scuri e manterranno il buon odore del cioccolato.

Il più antico: tra i metodi naturali più conosciuti, sicuramente l’henné merita un posto d’onore. Si tratta di una polvere naturale ottenuta dall’essiccazione di un arbusto spinoso dalle proprietà tintorie. Per coprire i capelli bianchi è bene scegliere la tonalità più vicina al proprio colore naturale e miscelare la polvere con acqua bollente, fino ad ottenere una crema densa e senza grumi. Naturalmente, la quantità dipende dalla lunghezza dei capelli e una volta ottenuta la consistenza desiderata si può passare all’applicazione sulla chioma umida. Sarà sufficiente lasciare il prodotto in posa per il tempo necessario secondo le indicazioni riportate sulla confezione che si acquista in erboristeria e anche in base all’intensità che si vuole ottenere. Un bel risciacquo con shampoo delicato e il gioco è fatto. L’henné non penetra nel capello, ma lo avvolge in un film protettivo restituendo un colore che resta sui capelli per circa sei o al massimo otto settimane.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here