Come curare i capelli biondi

1

Dal biondo platino al biondo cenere, dal biondo californiano al castagno chiaro, dal biondo veneziano al biondo scuro, naturale o colorato, più di qualsiasi colore, il biondo ha bisogno di una cura drastica.

Col tempo che passa, i capelli biondi naturali perdono della loro vivacità, si opacizzano e scurano e la biondezza dell’infanzia o delle vacanze purtroppo sparsice. Solo il 37% delle donne hanno i capelli biondi, il colore si fa sempre più raro. Poi, i nostri capelli subiscono danni quotidiani, tra l’inquinamento, la sigaretta, il cloro, il sale o il calcaro mescolato al sole, sono costantemente aggrediti da elementi esterni che sopportano molto male e fatalmente si fragilizzano.

Per conservare un bel colore, la parola d’ordine è NUTRIRE con oli o maschere, soprattutto se si trattano di capelli colorati e in periodo estivo in cui la vostra capigliatura è messa a dura prova tra sole, il cloro delle piscine o il sale del mare.

Da sapere :

Se i vostri capelli sono di un biondo naturale, lavateli semplicemente con cure dai pigmenti dorati per accentare la loro vivacità e i riflessi.

Invece, se sono colorati, decolorati, o con mèches, ci vuole un appuntamento dal parrucchiere una volta al mese. Al contrario di quello che si consiglia per gli altri colori, il biondo richiede di fare shampoo il più spesso possibile, un capello biondo sporco avrà la tendenza a opacizzarsi ed a perdere della sua luminusoità. Il principio è semplice : se fate due shampoo alla settimana, alternate con uno nutriente per riparare la fibra spesso rovinata, e uno pigmentato adatto al vostro genere di biondo, e poi una maschera della stesso colore.

–  Per i capelli biondi platino e con mèches : usate pigmenti blu per contrastare i riflessi gialli.

– Per i capelli biondi veneziano : scegliete pigmenti ramati.

Da evitare :

Schiarire con il limone, nonostante tutti quello che si legge su siti dicendo che il limone sarebbe ideale per i capelli biondi, non è affatto il caso. Il limone è una frutta che contiene tanta acidità e compie un’alterazione chimica sul capello, pero’ questa modifica è troppo forte e aggressiva e puo’ anzi rovinare il colore e la materia.

Piuttosto che il limone, potete sfruttare altri prodotti come il miele, l’olio d’oliva o ancora la birra e la vodka, come lo confessava il top Eva Herzigova per curare i capelli biondi. Oltre a trovarli direttamente nei supermercati, permettono di nutrire e schiarire il colore senza commettere danni.

Per quanto riguarda le maschere o altre cure, li potete trovare anche in supermercati, nei parruchieri ed esiste una grande diversità a secondo del vostro colore ma anche del capello stesso.

 

di Justine Revelle

 

 

 

 

SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here