Conchita Wurst si confessa sui social: “Sono positiva allʼHIV da molti anni”

La celebre drag queen vincitrice dellʼEurovision 2014 svela di essere stata "costretta" alla confessione...

“E’ giunto il momento di liberarsi dalla mia Spada di Damocle: sono positiva all’HIV da molti anni…”. Con un lungo post su Instagram Conchita Wurst, la celebre drag queen vincitrice all’Eurovision Song Contest 2014, ha deciso di rendere pubblico il suo segreto più intimo. Lo ha fatto, come spiega lei stessa, “forzata” dalla minaccia di un suo ex di rivelare questa informazione privata al mondo intero: “Non permetto a nessuno di mettermi paura…”

L’artista austriaca, al secolo Thomas Neuwirth, ha deciso quindi di risolvere la questione a modo suo, ma ha voluto spiegare che da quando le è stata diagnosticata la sieropositività è in cura e che i suoi valori sono sotto il limite della rilevabilità, al punto che: “non sussiste il pericolo di contagio”.
Conchita ha voluto anche sottolineare le ragioni per cui non ha reso pubblica questa informazione fino ad ora. Innanzitutto perché la sua famiglia era stata messa al corrente sin dal primo giorno e l’ha sempre sostenuta. Lo stesso è accaduto con i suoi amici più intimi che: “Hanno preso la cosa con un’imparzialità, che auguro a tutti coloro i quali si ritrovino nella mia situazione”. In secondo luogo la cantante ha sottolineato che una tale informazione poteva avere rilevanza solo per coloro con i quali ci fosse una possibilità di rapporto sessuale.
Poi ha aggiunto che fare outing è molto meglio che lasciare che altri lo facciano per lei e questo le fa sperare: “Di poter incoraggiare le persone che, a causa delle loro azioni o per colpe che non sono le loro sono state infettate dall’HIV, e di poter fare un passo in avanti contro la loro stigmatizzazione”.
Infine Conchita rassicura i suoi fan: “L’informazione sul mio stato potrà essere una novità per voi, ma sappiate che sto bene e sono più forte, motivata e libera che mai. Grazie per il vostro sostegno”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here