Focus sul denim, ad ognuna i suoi jeans

Effetto guaina, stile Palazzo, personalizzati con strappi e decori

1

Primavera, é tempo di denim, di blue jeans e di altri capi realizzati nella tipica tela di Genova, perfetti alleati della moda della stagione intermedia. Ma se si può riassumere in una sola frase la nuova tendenza del denim, questa è: ad ognuna i suoi jeans personalizzati con decori e strappi ad arte. E’ vero che le proposte variano dai modelli dal fit guaina a quelli con scampanatura extra large, o stile Palazzo (Roy Roger’s, Pinko P Jean), ma tutte siamo affezionate ai nostri jeans piegati nell’armadio che con il tempo si sono modellate sul nostro corpo. Ecco cosa devono aver pensato da Liu Jo, che ripresenta infatti Younique, speciale tour dedicato al denim giunto alla quarta stagione. I negozi del marchio di abbigliamento di Carpi, fondato dalla famiglia Marchis nel 1995 ma divenuto celebre con i jeans modellanti nel 2008, si trasformano infatti in laboratori dedicati ai jeans personalizzati da un team di artigiani, che li rinnovano utilizzando borchie, strass, strappi, applicazioni, dettagli preziosi e altri decori. Continuando a sbirciare tra le nuove proposte, Antonelli Firenze punta al mix di tessuti per avere un materiale più morbido: lino e cotone denim. Roy Roger’s invece presenta due nuove linee per le prossime stagioni A/I: Rocks e Diamond. La donna Roy Roger’s Rocks ama i jeans con vestibilità skinny, regolare o baggy, arricchiti da borchie, rotture, piccole catene, dettagli in pelle ed effetti marmorizzati. Li abbina al chiodo in pelle, ai bomber e ai parka borchiati o ai cappotti dal taglio vivo. I jeans Roy Roger’s Diamond hanno vestibilità skinny con un nuovo modello push-up, impreziosito da applicazioni in strass, cuori, paillettes, impunture in filo dorato, bande in velluto e stampe in oro. La collezione si arricchisce di denim performante ed elastico. Per quanto riguarda invece i jeans di stagione, Liu Jo punta su Bottom Up Amazing Fit che torna a sei mesi dal primo lancio del modello precedente. Il nuovo jeans ha un fit guaina e rinovati lavaggi, ma il suo segreto è nella costruzione del modello: un carré rovesciato ed una particolare pince che scolpiscono la silhouette. Nel 2014 Liu Jo ha lanciato anche un tessuto ad alta tecnologia, la fibra T400, che conferisce ai Bottom up un effetto morbido e piacevole al tatto oltre a manteneva un fit perfetto. Nel 2016 l’evoluzione con Bottom Up Amazing Fit, fiore all’occhiello della proposta denim di marca, frutto della collaborazione tra Liu Jo ed Isko: Bottom Up si arricchisce di una particolare fibra bi-stretch elasticizzata sia in trama sia in ordito Isko Blue Skin che dona maggiore vestibilità. Oltre a garantire un ventaglio più ampio di fit in grado di soddisfare ogni tipo di fisicità. Liu Jo amplia la proposta di modelli e lavaggi: Divine (gamba skinny e vita alta) e Magnetic (gamba slim e vita regular) e da questa stagione anche i modelli Monroe (gamba skinny, vita regular e caviglia scoperta), Fabulous (gamba skinny e vita regular) e Noble (gamba straight e vita regular). Inno al tempo libero da Please che lancia #Essentialstyle con proposte in denim per una giovane donna, con capi essenziali e basici. Prima su tutti la salopette, capo nato per il lavoro ma diventato indumento da indossare in occasioni informali e di svago, scelta perfetta per incarnare lo spirito di questa collezione. Altro pezzo forte il panta-palazzo con vertiginosi spacchi laterali realizzato in denim chambray, dall’effetto fluido. Caposaldo degli anni Novanta e passepartout per gli ultimi freddi, il nuovo giubbotto in denim ha invece un effetto used da Gucci, mentre si arricchisce di stemmi e scritte da Pinko P Jean.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here