I NUOVI CANONI ESTETICI DELLA BELLEZZA? NON ESISTONO

Europa multiculturale, nuovi trend da Parigi

La bellezza diventa un mezzo per abbattere i pregiudizi su confini e limiti ai movimenti dei popoli. Il fascino non ha più radici e paesi di provenienza da molti anni, il colore della pelle e dei capelli non identifica più nulla, tutto si mescola e si libera dei pregiudizi. Il cambiamento è già avvenuto anche se qualcuno insiste a voler dividere e allontanare. Il passo in avanti è palese a Parigi, palcoscenico della Fashion Week che la affolla di giovani, modelle, influencers ed operatori del settore provenienti da tutto il mondo che si pettinano, si truccano e si vestono come vogliono mescolando look e creandone continuamente di nuovi.

La mescolanza di riferimenti e la creazione di nuova bellezza è al centro del Beauty Forum, fiera dell’estetica che si svolge nella capitale francese il 7 e 8 ottobre. La bellezza non ha più un colore definito, è fatta di infinite nuance. Il cambiamento è palese in questi giorni a Parigi, la trasformazione dei bisogni femminili in chiave multiculturale smuove le industrie che operano nel settore dell’estetica e la strada è già decisa.

La rivista leader del gruppo Health & Beauty, Beauty Forum, dedica al make-up delle donne globe-trotter cittadine del mondo il nuovo numero coinvolgendo Awa Imani, la rapper francese fra le più amate con 60.000 followers su instagram. La cantante ed artista si fa truccare da Melissa Soukeina, make-up artist rinomata nel campo cinematografico e dei video clip, con prodotti dai riflessi arancioni e rosati che mettono in evidenza la bellezza della pelle scura.

Soukeyna rende radioso il colorito applicando quello che può essere considerato il segreto del suo make up: Il francese ‘conturing’ che gioca su due famiglie di nuances, scure e chiare, per dare volume e che, per un effetto ottico, rende più armoniose le caratteristiche del viso. Dalle basi ai fondi i toni avana e biscotto non ci sono più, oggi vanno dal caramello agli arancioni, al rosa per correggere difetti cromatici e dare radiosità alle carnagioni moderne. Poi ombretti colorati, mascara e ciglia finte. infine una matita beige (la classica nera o bianca non è idonea per le pelli scure) per aprire gli occhi. Sulle labbra un gloss e, come ultimo tocco, una polvere opaca che illumina il colorito e infine uno spray che fissa il make-up e dà un aspetto accentuato di pelle idratata.

In questa ottica si inquadra l’acquisizione, da parte del gruppo italiano FiereBologna-Cosmoprof, della company tedesca Health & Beauty, proprietaria non solo della fiera Beauty Forum ma di altre manifestazioni che si svolgono nelle principali città europee, per un totale di eventi in 14 Paesi diversi. Il network tedesco, che possiede anche 24 riviste specializzate, è dunque ora di proprietà del Cosmoprof al 60% ma entro i prossimi 3 anni lo sarà al 100% realizzando ciò che alla fiera bolognese mancava, ovvero l’apertura della kermesse verso il mercato europeo, dopo tanti appuntamenti già svolti nei paesi extraeuropei. “La nuova partnership ci permetterà di ampliare il business del settore dell’estetica ma anche di conoscere e mostrare la nuova bellezza europea e del mondo che mescola canoni e regole beauty in una continua evoluzione, – ha spiegato Giampiero Calzolari, presidente di BolognaFiere e Cosmoprof.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here