Lauren Hutton, 75 anni in copertina su Vogue Italia, è la mia più importante

'Timeless issue' tutta dedicata alle donne over 60

Ha il record di copertine su Vogue America – ben 27 – ma questa “è la più importante che io abbia mai fatto, quella che più mi fa sentire utile. La sognavo da un pezzo, ci voleva il coraggio di Vogue Italia per pubblicarla.

Questa è una copertina che può cambiare la società. Perché rappresenta una donna attraente, piena di vita, che ride ancora, e che per la prima volta è una donna della mia età”. Sono le parole di Lauren Hutton che, a 73 anni e 11 mesi, è la cover girl di ottobre di Vogue Italia, che per la prima volta nella sua storia dedica un intero numero – quello in edicola da domani – alle donne over 60.

Non solo Lauren Hutton è la donna più anziana mai messa in copertina da una delle edizioni mondiali di Vogue, ma tutti i contenuti della ‘timeless issue’ del magazine si occupano del tema dell’età. Una scelta in continuità con numeri di impatto sociale come il celebre ‘Black Issue’ voluto da Carla Sozzani.

“È importante che una copertina sia più che una semplice foto: deve riflettere i nostri tempi, mettere alla prova, ispirare – aggiunge Steven Klein, autore del servizio – La ragione per cui ho accettato di scattare questa copertina è perché mi permetteva di mostrare in una prospettiva diversa una donna che ha più di settant’anni. Lauren Hutton ne ha quasi 74 ed è così piena di vita e sexy. Inoltre, accetta la sua età: per queste foto non ha voluto nessun cosmetico né sul volto né sul corpo. Il suo scatto in reggiseno è un messaggio contro questa ageist society: si può essere sexy anche a 70 anni”. Oltre a Lauren Hutton, il numero di ottobre celebra la bellezza di donne come Benedetta Barzini (prima modella di copertina di Vogue Italia nel 1965) e Iman, che posano – a 74 e 62 anni rispettivamente – in due servizi di moda. Peter Lindbergh spiega la scelta “etica oltre che estetica” di non ritoccare i volti delle sue muse. E poi interviste a Marina Abramovic, Inge Feltrinelli, Amanda Lear, Maye Musk (madre di Elon), Lisa Ponti (figlia di Giò); un’inchiesta sulle settantenni alla conquista dei social e commenti sul tema dell’età, firmati da Hanif Kureishi e Marco Missiroli.

FONTEAnsa
SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here