L’autunno si tinge di rosso ed elegge protagonista il denim

Da Dior a Max Mara rilettura della tela di Genoa. Nuova stagione in pois e quadretti

1

Completi in denim, piumini, quadri e pois, tutto si accende di rosso fuoco, ecco le tendenze protagoniste della moda autunnale, quella che segna il rientro dalle vacanze, dal sole e dal mare. Il colore dell’autunno è il rosso. Potente, vibrante, energetico, non c’è stilista che non l’abbia utilizzato osando anche total look, dalla testa ai piedi: dal cappotto agli stivali. Si tratta solo di scegliere la sfumatura di rosso preferita: rubino, scarlatto o borgogna, tonalità scelte da Max Mara, Moschino, Blumarine,  Fendi, Biagiotti, Giorgio Armani che abbina il rosso al bluette o al nero. E’ il denim, la tela di Genoa dei jeans, il cotone delle tute utilizzate dai cercatori d’oro a fine Ottocento, il protagonista delle moda della nuova stagione. Le nuove tecnologie applicate all’abbigliamento hanno trasformato questo tessuto, alleggerendolo, conferendogli elasticità, dunque, in qualche modo rendendolo più adatto alla costruzione di capi che non siano solo i jeans, ma anche giacche, abiti, pantaloni, chic o casual, secondo la griffe che lo propone. Un esempio eclatante di glamour-denim è quello di Maria Grazia Chiuri che per Christian Dior nella sua ultima collezione ha reso omaggio ad un solo colore, il blu denim.

Max Mara ha lanciato il tailleur in denim, realizzando per questa stagione una lana-jeans molto particolare che dà vita ai completi e look più eleganti e formali, dal taglio quasi sartoriale. Le sfilate autunno-inverno sono state un tripudio di jeans & denim, di color indigo e di nuove interpretazioni di un grande classico dello stile lower-class di fine Ottocento. Calvin Klein è un purista del denimche nella Collection lo lascia al suo posto, proponendo in questo tessuto la classica camicia portata con jeans rigorosamente anni Settanta, quindi un pò a zampa. Casual raffinato con il denim protagonista anche da Stella McCartney che rivisita il giubbotto jeans accorciandolo come un bolero e mettendolo assieme ai pantaloni a vita alta. I jeans sono infilati nei cuissard da Saint Laurent che vi abbina un maglione a collo alto in cachemire e un giubbotto in pelle color cuoio.

In stile plaid e country oppure mini e bon ton, di ispirazione Anni Settanta oppure dal mood grunge, dalle nuance calde oppure bicolore, le fantasie a quadri sono tornate di moda. A proporre quadri e scacchiere sono Miuccia Prada e Alessandro Michele per Gucci, dove i quadretti non sono mai lasciati soli ma misti ad altre fantasie con il floreale e il maculato, per una insieme volutamente carico e barocco. Gli iconici pois, molto in voga negli anni Ottanta e Novanta, e molto visti anche in primavera sono cool anche nella stagione fredda. Le grandezze dei bolli variano: maxi, black & white per abiti da sera (Maison Margiela, Balenciaga, Loewe) mini per rendere divertente il tailleur (Moschino). Il piumino superleggero nei toni delicati del grigio viene proposto da Benetton per scaldare le prime giornate di freddo. Soffici, bombati, super caldi e anche lussuosi grazie all’intervento di pellicce i piumini più pesanti non sono più il capospalla sportivo da indossare in montagna, ma un must have da considerare anche per l’inverno metropolitano, perché i nuovi piumini si abbinano alla grande anche a mise classiche e bon ton. Parola d’ordine quindi piumino. dai modelli trapuntati alle versioni più tailoring stile giaccone bordato di pelliccia, come propone Miu Miu.

FONTEAnsa
SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here