Le sagre più buone per il prossimo fine settimana

Tanti appuntamenti allʼinsegna dei sapori tipici e dei prodotti di eccellenza del territorio

1

I sapori più tipici dell’inverno danno appuntamento ai foodies e agli enoturisti in molte località d’Italia nel fine settimana 19-21 gennaio. Ecco una piccola selezione della sagre più interessanti, tutta dedicata ai prodotti del territorio e ai sapori della tradizione, alla scoperta di tradizioni e di borghi gioiello tutti da scoprire.

I CANUNSEI DE SANT’ANTONE – Castelcovati (Brescia) – Specialità gastronomiche, riti e tradizioni in primo piano in questa bella sagra in calendario fino a domenica 21 gennaio per onorare Sant’Antonio Abate. Come spesso accade nelle tradizioni contadini, la festa è l’occasione per riunirsi intorno alla buona tavola, in particolare per celebrare i casoncelli, i deliziosi ravioli locali. Oltre ai riti religiosi e ai piaceri della tavola la festa propone tornei a squadre per i ragazzi, saggi di danza , mostre fotografiche, letture di storie per i bambini e tombolate. www.comune.castelcovati.bs.it .

SAGRA DEL BROCCOLO FIOLARO – Creazzo (Vicenza) – Secondo fine settimana in compagnia del prodotto De.C.O. più rappresentativo del territorio. Fino a domenica 21 gennaio sono in programma concerti, sfide ai fornelli ed esposizioni di prodotti tipici. Ci sono stand gastronomici, pranzi curati dai ristoratori del luogo, giochi e intrattenimento con gli artisti di strada e con il corpo bandistico e le majorette INFORMAZIONI: www.ilbroccolofiolaro.it .

MOSTRA DEL RADICCHIO ROSSO DI TREVISO IGP TARDIVO – Zero Branco (Vicenza) – Dieci giorni, da venerdì 12 a domenica 21 gennaio, per godersi il “fiore dell’inverno” in una sagra giunta alla sue 25esima edizione. Il delizioso ortaggio dalle foglie violacee e dal caratteristico gusto amarognolo, è protagonista di mille ricette e mille abbinamenti sfiziosi, da scoprire negli stand gastronomici. Tra le prelibatezze da scoprire ci sono il risotto al radicchio, lo spezzatino, il radicchio impanato, la pizza, la birra e la grappa al radicchio e, per chiudere in dolcezza, perfino un inconsueto muffin con radicchio e noci. La sagra è anche l’occasione per scoprire la storia e le fasi di lavorazione del Radicchio Igp, dalla semina all’imbiancamento, alla lavorazione fino al confezionamento finale. INFORMAZIONI: www.prolocozerobranco.it .

BAGNA CAUDA A MONALE – Monale (Asti) – Questa bella sagra celebra il piatto più tipico della tavola piemontese, la celebra salsa a base di aglio, olio extravergine d’oliva ed acciughe dissalate. Nella sagra in programma fino a domenica 28 gennaio la bagna cauda è proposta anche in versione “light” senza aglio. Entrambe le preparazioni sono proposte nel borgo medievale insieme a verdure crude e cotte, e con altri prodotti tipici tra cui salame crudo, salame cotto e lardo, minestrina in brodo di carne, bollito misto e pere cotte al vino. Info: www.prolocodimonale.it.

FESTA DE BAGOIN MA LA TÒRA – San Mauro Pascoli (Forlì Cesena) – Tre giorni di buoni sapori in compagnia di costolette, salsicce, salami e fegatelli, venduti appena lavorati oppure pronti da gustare sul posto, tra canti e racconti attorno al fuoco. Da venerdì 19 a domenica 21 gennaio la buona cucina incontra la tradizione in una festa tutta dedicata alla carne suina. Sabato si trascorre la serata con i canti e i racconti di una volta; la mattina di domenica dopo la messa viene impartita la benedizione degli animali. Informazioni: www.associazionetorre.it .

BACCO A PALAZZO – Ferrara – Un weekend all’insegna del buon bere si svolge nelle sale di Palazzo Poverella e Palazzo Crema, due residenze rinascimentali della città estense nelle giornate di sabato 20 e domenica 21 gennaio. Settanta vignaioli provenienti da tutta Italia propongono il meglio della loro produzione con degustazioni guidate, e di acquistare i vini provenienti dalle cantine di tutta Italia. www.baccoapalazzo.com.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here