Man Ray ispira Nars. Il truccatore dedica la collezione alla sua passione per l’artista americano

Oro e rosso scuro. Jane Richardson, gli anni Venti non passeranno mai di moda per il make up

1

21 è uno dei nomi più importanti al mondo nel settore del make up. Classe ’59, fotografo oltre che truccatore francese ha legato sin dall’inizio la sua attività alla moda e nel ’95 ha creato il marchio omonimo di trucco tra i best seller mondiali (ora nel gruppo Shiseido) e seguito, anzi ‘venerato’ dalle consumatrici, definite ‘narsissist’. La passione di Nars per Man Ray è tale che possiede una collezione di foto dell’artista americano e a lui ha dedicato la sua ultima collezione di make up a edizione limitata, sottolineata da oro e colori audaci: “Man Ray era un vero e proprio cultore della bellezza, seppur in chiave anti-convenzionale, totalmente priva di accezioni noiosamente banali. È proprio questo approccio estetico che ho desiderato fortemente esprimere con questa collezione”. Entrambi legati all’arte a alla moda.

Abbiamo intervistato a Roma Jane Richardson, la sua più stretta collaboratrice oltre che Global Artistry Director NARS.

1. Come e perché è stato Man Ray una fonte di ispirazione per il make-up di quest’anno? 
François Nars ha amato, e ha ammirato l’uomo Ray e il suo lavoro da quando era giovane. L’audacia del suo lavoro è stata fonte di ispirazione, così come l’amore per i ritratti. Ecco perchè ha deciso che la sua fonte d’ispirazione era tempo diventasse anche una collaborazione.

2. Man Ray è legato al movimento d’arte dadaismo; in che modo arte e make up possono avere legami così stretti?
La collezione Nars mostra che queste immagini di Man Ray sono oggi moderne quanto erano quando furono scattate. Il fatto che siano in bianco e nero aiuta a dimostrare che il trucco è una libertà di espressione, deve sfidare le aspettative e avere un senso di divertimento. Si adatta perfettamente alla filosofia del marchio e mostra splendidamente come l’arte e gli artisti sono una fonte costante di ispirazione creativa.

3. Le foto di Man Ray sono fortemente legate agli anni ’20 e agli anni ’30, e nel make-up – come in moda, le tendenze sono spesso molto evocative di epoche passate. I ruggenti anni Venti sono tornati come stile?
Non credo che gli anni Venti possano MAI andare fuori moda. Lo vediamo costantemente: negli smoky eyes, nelle labbra piene e nelle sopracciglia definite. I ’20 sono fonte costante di ispirazione perché ogni elemento di quegli anni ha una tale forza, energia, è capace di trasmettere sensualità e vulnerabilità, un mix inebriante!

4. L’oro sembra essere un colore dominante nella collezione? Cosa suggerisce questo colore
Ispirato all’uso di Lee Millers Lips da parte di Man Ray, e in particolare come una scultura d’oro, questo metallo prezioso può significare molte cose per le persone. È un’immagine straordinaria e potente che lavora per migliorare i prodotti contenuti all’interno. Credo che l’oro illumini e porti un po ‘di scintillio, sfarzo e fascino; perfetto per le festività natalizie!

FONTEAnsa
SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here