A New York a tavola con i potenti per fare schmooze. I 10 ristoranti top

Da 21 Club il preferito di Trump a Carbone dove si incontrano gli Obama e Clooney

Gli Obama, George e Amal Clooney, Jay Z e Beyonce’, Chelsea Clinton e Taylor Swift vanno da ‘Carbone’, ristorante italiano a Soho, dal francese ‘Le Coucou’ su Lafayette Street si incontrano Henry Kissinger, Arianna Huffington, Calvin Klein, Michael Bloomberg, Brad Pitt e Emma Stone, da ‘Indochine‘, con cucina franco-vietnamita, sempre su Lafayette Street, e’ facile imbattersi in Julianne Moore, Ethan Hawke, Sarah Jessica Parker, Jennifer Connelly, Jake Gyllenhall, Harvey Weinstein, Kevin Huvane, Bryan Lourd, Brett Ratner o Iman, moglie del defunto David Bowie.
Sono solo alcuni dei cosiddetti ristoranti del potere a New York, dove va in scena la diplomazia della tavola oppure dove si intrecciano le relazioni, si fa ‘schmooze’, ossia si socializza con quelli che contano per coltivare conoscenze importanti tra i circoli ristretti di Vip ad ogni livello, dalla politica al business o al mondo dell’entertainment in generale.
I giochi di potere non si fanno solo ‘Downtown’ (al di sotto della 14ma strada a Manhattan). Il panorama e’ ricco anche ‘Uptown’ (al di sopra della 59ma strada) con una serie di ristoranti che si possono definite ‘mozzafiato’ soprattutto per il salasso a livello di conto. I miliardari ruotano nell’area intorno alla 77ma strada e Madison, l’isolato dove esiste forse la piu’ alta concentrazione al mondo di ristoranti del potere. A portata di poche tasche ‘Kappo Masa’, collocato in un seminterrato senza finestre e rinomato per il suo sushi con pochi eguali. Attira il palato di Vera Wang e Woody Allen tra gli altri. Poco lontano ci sono ‘The Mark’, all’interno dell’omonimo hotel, il ‘Carlyle‘, anch’esso prende il nome dallo stesso hotel, e l’italiano ‘Sant Ambroeus’, di cui sono fedelissimi Harrison Ford eLenny Kravitz. Ad i vip viene riservato un tavolo speciale ‘nell’angolo’.

Tra ‘Uptown’ e ‘Downtown’ sgomita ‘Midtown’ con ‘Polo Bar’, il ristorante con cucina americana disegnato dallo stilista Ralph Lauren, che tra le sue frequentazioni puo’ vantare Kelly Ripa e Michael Caine, oppure il francese rinomato per i suoi piatti di pesce ‘Le Bernardin’ o ancora ’21 Club‘, il ristorante preferito del presidente americano Donald Trump.

FONTEAnsa
SOCIAL

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here