QUANTO SONO NARCISI I MILLENNIALS? UNA GENERAZIONE FISSATA CON IL BEAUTY

Ogni giorno cosmetici diversi, inseguono false credenze on line tipo il cuscino che scatena l'acne

Una generazione di narcisi quella dei millennials, i nati dagli anni ’80 al 2000. Il 18,1% dei 18-34/enni (ragazzi e ragazze) spende più tempo per prendersi cura della propria pelle che per leggere i giornali e il 32% dei maschi di questa età preferisce dedicarsi a lavare e idratare la propria pelle piuttosto che pulire la propria camera o allenarsi. A fronte di tante attenzioni c’è una minoranza di uomini che non pensa sia importante lavarsi e resistono ancora molte false credenze e fake-news che circolano soprattutto online, anche col tam-tam di videotutorial e blogger esperti beauty che aumentano di anno in anno e che nel 2017 sono stati visti 88 miliardi di volte nel mondo.
La fotografia dei giovani-adulti allo specchio che riportiamo di seguito è stata appena pubblicata su Cosmetic & Toiletries science applied (survey online Curology statistics) e i dati sul mondo beauty online sono invece pubblicati nella sezione statistiche di Youtube.

Quanti prodotti di bellezza usano i ventenni e i trentenni? Il 32,5% delle donne usa ogni giorno da 3 a 4 cosmetici diversi, l’84,5% dei ragazzi ne usa almeno 2 al giorno. Complessivamente il 35% di uomini e donne deterge e idrata la pelle almeno una volta al giorno. La percentuale sala al 41% se si considerano solo le ragazze e il 62,5% di loro sceglie prodotti ‘tailor-made’ per ogni piccola area del corpo.
Se anche la maggioranza degli uomini è beauty-addicted si segnala la presenza di uno zoccolo duro di ragazzi che, in nome di un aspetto più ‘macho’, non lavano né curano la pelle (25,5%). Un 7,3% di ragazzi inoltre non pensa sia importante lavarsi dopo un allenamento sportivo, dopo avere fatto l’amore, dopo avere passato una giornata fuori casa e neanche prima di andare a dormire.

Ci sono anche molte vecchie credenze errate in fatto di rimedi di bellezza tanto che il 30% dei millennials è convinto che la cioccolata provochi l’acne (correlazione smentita più volte dalla scienza), il 22,3% crede che l’olio di cocco curi la pelle secca e circa il 70% pensa che i pori si aprano e si chiudano e che si possano eliminare (in realtà sono lo sbocco dei peli e delle ghiandole sebacee e la loro funzione è comandata dai geni). Il 40% dei millennials crede anche che il sudore scateni i brufoli e il 54,7% è convinto che il guanciale del letto peggiori l’acne.

False e vecchie credenze resistono quindi ancora oggi e pare che a fare da tam-tam alle fake-news ci pensi internet dove blogger e youtuber scambiano ricette di bellezza con il loro pubblico che li segue più di quanto non siano riusciti a fare medici e dermatologi. I video tutorial nel settore ‘beauty and look’ hanno raggiunto infatti gli 88 miliardi di visualizzazioni nel 2017 (erano 33 miliardi nel 2015) e a giugno del 2016 sono stati pubblicati 5,3 milioni di video tutorial per l’estetica. La youtuber più seguita al mondo nel settore beauty è la messicana Yuya che conta 21,19 milioni di followers in tutto il mondo (rivelazione Youtube mese di aprile 2018). I contenuti video più popolari sono i tutorial in testa (34%), i video di spot commerciali (17%), inspirazioni per il look (15%) e i consigli pratici (9%). Seguono in percentuale minore videointerviste, come ci si trucca etc etc.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here