REGGISENO, OLTRE 1 SECOLO ED ORA È BRA REVOLUTION

Decine di modelli, non più accessorio aiuta a sentirsi più sicure di sè

Tutto ebbe origine il 3 novembre del 1912, quando Mary Phelps Jacob si accorse che il suo abito da sera lasciava intravedere le stecche del corsetto sottostante, e con due fazzoletti uniti da un nastro diede vita al primo reggiseno.

Oggi in modelli sempre più evoluti e tecnici, con o senza ferretto, a balconcino, imbottito, senza spalline, in pizzo, senza cuciture e in materiale invisibile, il reggiseno è accessorio da scegliere a seconda dell’abbigliamento, fino a diventare parte integrante dell’outfit. Il reggiseno, infatti, si è ormai emancipato dalle convenzioni e viene indossato con disinvoltura al pari di un accessorio o di un capo d’abbigliamento, senza più risultare inappropriato. Così come sta accadendo ad un altro capo di abbigliamento intimo ossia il pigiama: pantaloni e giacca, magari in materiale lucido o di seta, da indossare anche per uscire, come fa Sarah Jessica Parker in questo spot

In un sondaggio di Privalia sulle nuove tendenze in fatto di lingerie tra le sue clienti italiane di età compresa tra i 20 e i 45 anni è emerso che il 73% possiedealmeno 7 reggiseni nel proprio cassetto, per ogni tipo di occasione ed esigenza. I risultati dell’indagine sono stati elaborati in base al modello preferito: le Ottimiste, le Comode e le Sportive.

Le Ottimiste non possono fare a meno del push-up che, grazie a imbottiture strategiche, sostiene il seno aumentandone visibilmente il volume. Al secondo posto le Comode, che scelgono il reggiseno senza ferretto in particolar modo nella versione in pizzo con forma a triangolo, per affrontare un’intera giornata fuori casa in pieno comfort. A seguire, le Sportive che optano per il modello sportivo anche al di fuori della palestra, indossato all day long per una massima libertà di movimento o come top per uno stile athleisure. Infine, un 7% di italiane sceglie la tendenza “no-bra”, confermata anche dai social network con l’aumento di hashtag come #nobra o #nobranoproblem.

COORDINATO vs MIX&MATCH
I completi sono ancora molto apprezzati soprattutto per le varianti più preziose in pizzo o in seta. Tra i materiali anche la viscosa, il micromodal, la microfibra, la microrete, il cotone e il cotone supima. In crescita, inoltre, è l’acquisto di slip e reggiseni in coordinato con altri indumenti: i brand dell’intimo oggi propongono collezioni complete di sottovesti, pantofole, pigiami e abbigliamento da casa en pendant, apprezzate da chi ricerca un look ordinato ed elegante anche all’interno delle pareti domestiche. A confermarlo i dati raccolti da Privalia, che registra nel settore la tendenza al carrello multiplo, con una media di 4 diversi prodotti intimi per ogni ordine, tra biancheria e homewear.
Con il basic, invece, le italiane preferiscono il mix&match. Colori e tessuti semplici consentono maggiore libertà negli abbinamenti, e non richiedono necessariamente l’acquisto combinato con lo slip. Ad esempio, il 23% delle intervistate apprezza l’accostamento tra fucsia e rosso, anche se, in fatto di colori, il nero resta imbattuto, con il 41% delle preferenze.

SENTIRSI PIÙ SICURE DI SÉ CON LA GIUSTA LINGERIE
Indossare la giusta lingerie può infondere, consciamente o meno, una carica di fiducia importante in svariate situazioni, anche quando non viene mostrata.
Insomma, scegliere la propria lingerie è il miglior modo per concedersi un auto-regalo: indossare reggiseni, slip e body sensuali, anche se nascosti sotto strati di maglie e maglioni, non è più solo questione di seduzione, ma aiuta soprattutto a sentirsi più forti.

LE STAR DEL REGGISENO
Anche il reggiseno ha le sue muse, figure che dagli anni ’50 ad oggi hanno rivoluzionato l’estetica di questo capo e il modo di indossarlo, a partire dalle Pin-Up Americane. Impossibile non pensare a Madonna, una delle più importanti fashion icon anni ’80-‘90, che con i suoi trasgressivi reggiseni a punta ha stregato i fan di tutto il mondo. Memorabile anche Eva Herzigova, diventata il volto simbolo del modello push-up grazie a un famoso spot del 1994. E infine Jennifer Aniston incoronata regina del movimento “no-bra” per non avere indossato il reggiseno in numerose puntate della serie TV Friends.

A proposito di muse ispiratrici, una tendenza lanciata dalle fashion addicted più influenti del momento è il reggiseno indossato come top o sopra la t-shirt o anche sotto camicie velate: come Chiara Ferragni e Kendall Jenner insegnano, l’importante è che sia sempre super trendy e ben visibile. Ma attenzione a pensare che questa moda sia prerogative di giovani fashion blogger: non occorre altro che un pizzico di fiducia in sé stesse per sfoggiare con gusto un capo intimo visibile, a tutte le età. Come dimostra anche l’attrice di «Sex and The City», Sarah Jessica Parker, che a 53 anni, con l’estrema disinvoltura che l’ha sempre caratterizzata, indossa un elegante balconcino sotto ad un completo pigiama, creando un look giorno/notte davvero originale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here