VIDEO – VALENTINO A RITMO DELLA NUOVA STREET COUTURE

Prendete la passione per il logo, aggiungete un ritmato tam tam di tocchi verde acido e rosa fucsia, e condite con l’amato camouflage. Ecco la nuova ‘street couture’ di Valentino, oggi in passerella a Parigi nella prima giornata fitta di sfilate per le presentazioni delle collezioni maschili per l’estate 2019. La tendenza streetwear e la couture non sono mai state così vicine, contaminandosi l’un l’altra, rompendo gli schemi e trasformando questo mix in qualcosa di extra-ordinario. Ma così contemporaneo. Le silhouette sono quelle urbane, oversize e morbide, marchiate con i must della Maison, in primis il logo. La personalizzazione diventa l’ultima stravaganza della street couture di Valentino, che sfila al Musee des Arts Decoratif, per l’occasione allestito esclusivamente con maxi pannelli rosa fucsia e parallelepipedi dello stesso colore usati come sedute per gli ospiti. Un allestimento rispettoso degli spazi del museo, posto accanto all’ala occidentale del Louvre, custode di pezzi di varie tipologie, dal Medio Evo ai nostri giorni, testimonianza dell’arte decorativa francese e dell’abilità degli artigiani. Quella stessa abilità artigianale che si ritrova nella collezione, in cui couture fa rima con stravaganza. “La moda è vera solo quando parla di vita. La bellezza va legata al tempo, l’elitarismo frantumato”, spiega la Maison. Così il direttore creativo Pier Paolo Piccioli esplora territori ignoti, lasciandosi ispirare da nuovi orizzonti musicali, simbologie antiche, arte classica. La colonna sonora, dello show ma anche della collezione, è la musica trap, quel genere derivane dall’hip hop sviluppatosi negli Stati Uniti negli anni novanta, e oggi di gran tendenza.

Ma è l’uso del logo a dare il ritmo a tutta la collezione: VLTN diventa logo e lettering sui capi, con le lettere moltiplicate sulle superfici, ingigantite, tagliate, replicate. I bomber, i trench, i completi giacca e pantalone, tutti dalle forme oversize, iper-comode, morbide, hanno il tocco in più nel lettering VLTN. Addirittura il bomber in denim ha il maxi logo con l’iconica V della Maison applicato sul petto. Una contaminazione dalla cultura musicale? Certo è che il logo è un tocco da esibire, sia per lui che per lei (sfilano anche alcuni capi da donna). E’ una street couture che mette l’acceleratore e il filtro a tinte fluo, pure la palette cromatica rompe gli schemi: è un tam tam ritmato di rosa fucsia, verde menta, nero e bianco. Insieme a tocchi di pied-de-poule, e un continuum di capi nell’amato camouflage (anche arricchito dal logo). Ma ecco anche lussuose piume e ali d’angelo: diventano decoro sulle spalle del trench, ma anche negli accessori. Ecco, gli accessori. Quale quello a cui non rinunciare? Il marsupio, portato a tracolla. Ma anche il cappellino da baseball o la cloche, in nylon o nella versione piumata. A seguire il ritmo dello show, in prima fila, ci sono diversi musicisti, tra cui i rapper Asap Ferg, Nas, Keith Ape, ma anche i giocatori di basket Carmelo Anthony (Oklahoma City), James Harden e Pj Tucker (Houston Rockets) e Serge Ibaka (Toronto Raptures).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here