Britney Spears, il dramma continua tra problemi mentali e tribunale: i genitori si contendono la tutela della figlia

In unʼudienza per l’amministrazione di sostegno nei suoi confronti, la cantante americana avrebbe chiesto al giudice il riconoscimento di alcune libertà

I problemi per Britney Spears continuano, dopo essere stata dimessa dalla clinica psichiatrica dove era entrata per un crollo emotivo. La popstar è stata in tribunale con la madre Lynne in un’udienza per la conferma dell’amministrazione di sostegno nei confronti dell’artista. Avrebbe chiesto il riconoscimenti di alcune libertà e, secondo Tmz, il giudice avrebbe disposto una valutazione delle condizioni di salute di Britney circa la capacità di prendersi cura dei due figli.

Britney si è presentata nell’aula del tribunale di Los Angeles presieduta dalla giudice della Corte Superiore Brenda Penny. Solo i pochi rimasti all’interno sanno quello che le tre persone si sono dette nella stanza, che era stata interdetta sia al pubblico che ai media. Il giudice ha deciso per una valutazione di esperti, solitamente usato per determinare la salute mentale e la competenza di un genitore in un caso di divorzio. L’ex marito della Spears, Kevin Federline, ha la custodia dei loro figli, Sean (13) e Jayden (12).

C’è chi mormora che la madre della star voglia avere un ruolo nella gestione dei beni della figlia, dato che da 11 anni è l’ex marito Jamie Spears (dal quale Lynne ha divorziato nel 2002), a svolgere il ruolo di conservatore e tutore legale della cantante.

In molti Stati degli Usa la cosidetta “conservatorship” è nota come una tutela riservata a persone molto anziane o molto malate che soffrono di demenza o comunque incapaci di prendere decisioni per sé stessi.

Dopo molti anni la madre della 37enne Regina del Pop si sarebbe riavvicinata alla figlia dopo le accuse rivolte all’ex marito per aver costretto Britney a un nuovo ricovero in clinica. E, sempre secondo alcuni voci, la cantante vorrebbe quindi approfittare dell’appoggio di Lynne per liberarsi di certe imposizioni che comportano la tutela restrittiva del padre. Proprio mentre lo stesso Jamie è gravemente malato: due interventi chirurgici hanno messo a rischio la sua vita e hanno fatto rinunciare Britney alla redditizia residency a Las Vegas, finito poi con il suo ricovero in un centro di salute mentale. I fan della star hanno criticato questa decisione sospettando che fosse tenuta in clinica contro la sua volontà. Per questo si è formato un movimento (#FreeBritney) preoccupato per la cantante che ha iniziato a manifestare pacificamente in piazza, come successo anche fuori dal tribunale di Los Angeles.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here