Fragole: la tavola di primavera si colora di rosso

Il loro bel colore vivo accende il buon umore, sono amiche della linea e danno una mano anche in cosmetica

Sono belle da vedere, con il loro rosso vivace accendono il buon umore e l’allegria, il loro sapore dolce soddisfa il palato senza appesantire la linea e sono un’ottima base per preparare ottimi cosmetici fai-da-te: le fragole hanno mille virtù e stuzzicano la golosità con la loro invitante forma a cuore, il gusto fresco e il colore accattivante. Dato che sono povere di calorie, sono il dessert ideale anche pe chi vuole rimettersi in forma.

LO SAPEVI? NON SONO UN FRUTTO – Dal punto di vista botanico le fragole (Fragaria vesca, appartenente alla famiglia delle Rosacee) sono un falso frutto, o un frutto aggregato: la parte edibile della pianta che consideriamo comunemente frutto è in realtà il ricettacolo ingrossato di un’infiorescenza, posizionata di solito su un apposito stelo. I frutti della pianta sono in effetti i piccoli acheni, ovvero i semini gialli che si notano sopra la fragola. Le fragole che troviamo comunemente in commercio sono di solito un incrocio tra diverse varietà europee ed americane.

LA LEGGENDA – Secondo la mitologia, le fragole sono nate delle lacrime di Venere, la dea della bellezza e dell’amore, la quale piangendo la morte del suo amato Adone, versò lacrime cocenti. Queste, cadendo a terra, si trasformavano in piccoli cuori rossi: le fragole appunto. Gli antichi Romani le coltivavano per curare la depressione, i cali di pressione, le infiammazioni e i calcoli renali. In Belgio le fragole sono protagoniste di un museo a loro dedicato, il Musée de la fraise (www.museedelafraise.eu), situato nel villaggio di Wépion, nel quale si possono acquistare vari prodotti, tra cui la birra, a base di fragole, e numerosi oggetti e accessori che ne richiamano la forma.

LE PROPRIETÀ – Pur avendo solo 27 calorie per 100 grammi di polpa, la fragola contiene molti importanti sostanze nutrizionali. E’ innanzi tutto molto ricca di vitamina C (cinque fragole ne contengono quanta un’arancia), a cui si aggiungono una notevole quantità di acidi organici, flavonoidi antiossidanti tra cui le antocianine, e ancora calcio, potassio e magnesio. Sono quindi molto utili per contrastare i radicali liberi e l’invecchiamento, e per prevenire la formazione delle rughe. Hanno anche effetti positivi sul sistema immunitario e su quello cardio-circolatorio, favoriscono la produzione di colesterolo “buono” e aiutano a stabilizzare la pressione sanguigna.

PER LA LINEA – Le fragole, lo abbiamo visto, sono povere di calorie: meno di trenta per 100 grammi di frutto. Sono invece molto ricche di acqua e di altre sostanze che aiutano ad attivare il metabolismo dei grassi. Grazie alle fibre di cui forniscono un bon apporto, danno anche una mano nel ridurre l’assorbimento dei grassi. Per questo sono il fine pasto o lo spuntino ideale di chi è a dieta: è sufficiente condirle con un po’ di succo di limone, senza aggiungere zucchero. Gli antiossidanti presenti nelle fragole aumentano la produzione dell’ormone adiponectina, che stimola il metabolismo e riduce l’appetito. Inserite in una dieta equilibrata, in pratica, aiutano l’organismo a ristabilire la naturale capacità del corpo di perdere peso.

COME SCEGLIERLE – Anche se ormai le fragole si trovano quasi tutto l’anno, vale sempre la regola di rispettare il più possibile la stagionalità, privilegiando le varietà a chilometri zero. La maturazione avviene di solito dall’inizio di aprile alla fine di maggio. Scegliamo fragole ben mature, dall’aspetto sodo e compatto, senza ammaccature. Non facciamoci però trarre in inganno dal colore accattivante e dalle dimensioni del frutto: ci sono varietà deliziose, ma di piccole dimensioni (ad esempio le fragoline di bosco, una delle varietà più pregiate) e dai colori meno intensi. Quando le portiamo a casa, togliamole subito dal cestello di plastica e adagiamole delicatamente in un contenitore o su un piatto senza sovrapporle tra loro. Eliminiamo immediatamente gli eventuali frutti ammaccati o mostrano i primi segni di deterioramento e consumiamole entro un paio di giorni dall’acquisto. Non vanno lavate fino al momento di servirle.

ALLEATE DI BELLEZZA – Qualche fragola fresca, privata del picciolo, schiacciata eapplicata direttamente sulla pelle, costituisce una semplicissima maschera di bellezza antirughe per la pelle del viso, mentre le fettine del frutto, applicate direttamente sulla pelle, sono perfette per decongestionare e rinfrescare la cute arrossata. Per ottenere un cosmetico nutriente, basta aggiungere alla polpa di qualche fragola un po’ di panna e di miele da tenere in posa sulla pelle per una ventina di minuti e da sciacquare delicatamente con acqua tiepida. Il succo di fragola aiuta a prevenire le scottature solari e si può utilizzare in composti ad azione emolliente e rivitalizzante. Chi ha la pelle grassa può frullare tre fragole con un goccio di latte, un pizzico di bicarbonato e mezzo albume d’uovo montato a neve per ottenere una maschera purificante, mentre per con la polpa di fragola schiacciata e amalgamata con qualche goccia di olio di mandorle dolci si ottiene invece un’ottima crema anti-rughe per il viso, le mani e il decolleté. Le foglie della pianta, invece, pestate leggermente per farne uscire gli oli essenziali e applicate sulle parti interessate, sono un ottimo rimedio contro la couperose.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here