I am Heath Ledger, al Tribeca l’uomo e la star

‘I am Heath Ledger’. Al festival di Tribeca, a New York da oggi al 30/4, arriva un documentario sulla vita di Heath Ledger, l’attore di origini australiane morto a soli 28 anni nel 2008 per un’overdose di farmaci. Il docufilm è un racconto intimo della sua vita e della sua carriera, un racconto incredibilmente veritiero perché si avvale di immagini girate dallo stesso Ledger, arricchito inoltre da interviste ai familiari o agli amici più stretti.

“Aveva tante piccole stelle splendenti attaccate al soffitto – racconta il padre Kim – ‘Ecco dove sarò’, mi diceva Keith.

‘Farò parte dell’industria cinematografica, sarò un attore'”. Ma Ledger, che ebbe l’Oscar dopo la sua morte come miglior attore non protagonista per ‘The Dark Knight’, nonostante la sua passione per il cinema rifiutò anche molti ruoli, come quello di ‘Superman’. “Non era un ruolo in cui si sarebbe sentito a suo agio – racconta l’amico d’infanzia Trevor DiCarlo – e non pensava che avrebbe contribuito a far progredire la sua carriera”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here