Sanremo 2015, gli outfit più belli delle tre vallette durante la prima serata del festival

La sessantacinquesima edizione del festival canoro più seguito dagli italiani ha aperto i battenti ieri, 10 febbraio, all’insegna del divertimento e delle sorprese. Al timone Carlo Conti, affiancato dalle tre vallette, Emma MarroneRocío Muñoz Morales e Arisa, che hanno esordito a Sanremo 2015, sfoggiando dei look invidiabili. A calcare il palco dell’Ariston per prima è proprio l’ex vincitrice di Amici di Maria De Filippi, radiosa in un lungo abito bianco firmato Francesco Scognamiglio: le maniche erano impreziosite da ricami floreali e da strass, presenti anche su corpetto e gonna, l’impronta inequivocabile dello stilista che, giustamente, ha creato per Emma, abiti adatti a una prima serata RAI, senza perdere la sua vocazione a una donna sensuale.

sanremo 2015 emma marrone
Emma Marrone con indosso l’abito di Francesco Scognamiglio

 

Degno di nota anche il vestito di Arisa, disegnato dal giovane stilista Daniele Carlotta che, nel 2005, ha aperto il suo Atelier a Milano mentre, più di recente, ha realizzato l’abito da sposa di Belen Rodriguez. L’ugola d’oro della Basilicata è scesa goffamente dalla scalinata del Festival con indosso un elegante abito di seta color marsala, con un grande fiocco sul decolleté, forse non molto adatto alla fisicità della cantante che si è ritrovata con il seno poco fasciato, tanto che sui social non sono tardate le frecciatine.

sanremo 2015 arisa
Arisa vestita da Daniele Carlotta

Completamente diverso, il look scelto per Rocío Muñoz da Giorgio Armani: si passa dall’ampia gonna di tulle al corpetto scintillante, con scollo a cuore. Un outfit romantico e sensuale, sebbene le aspettative nei confronti della modella spagnola fossero ben più alte. Il secondo abito, ancora un Armani Privé, è stato sfoggiato dalla Morales dopo l’esibizione di Lara Fabian; in pieno stile anni 50, il modello di colore nero era caratterizzato da un taglio asimmetrico della gonna e dall’applicazione di decorazioni luccicanti rosse su tutta la lunghezza del vestito.

sanremo 2015 Rocio Muñoz Morales
I due vestiti di Rocìo Muñoz Morales, entrambi firmati Armani Privè

Tra una perfomance e l’altra, grandi ospiti hanno riempito il palco di Sanremo 2015: dopo il monologo di Alessandro Siani, hanno fatto il loro ingresso trionfale Al Bano Carrisi e Romina Power, che hanno duettato insieme, dopo 24 anni di distanza dalla loro ultima esibizione. La coppia è stata omaggiata con i fiori della città ligure da Emma e Arisa, che si sono cambiate d’abito durante l’intervallo. Nel vestito di velluto nero, indossato dall’ex vincitrice di Amici è riconoscibile la mano di Scognamiglio, nonostante l’assenza di tessuti trasparenti: lo stesso taglio lineare, il medesimo intento di porre l’accento sui punti di forza del corpo di Emma, il decolleté generoso e l’addome piatto e scolpito. Quest’outfit la rendeva sensuale e accattivante rispetto ad Arisa, che si è presentata sul palco con indosso un castigato abito nero e rosso, disegnato per lei da Daniele Carlotta. Il colletto bianco era in netto contrasto con il resto del vestito, mentre i ricami floreali erano posizionati sia sullo scollo rotondo che sulle bande laterali del vestito. La scelta dello stilista di adottare modelli eleganti e sofisticati per l’ex vincitrice di Sanremo non è un caso: come lui stesso ha recentemente dichiarato in un’intervista, l’intento era quello di giocare con i contrasti, di dimostrare che Arisa era in grado di dare personalità ai suoi modelli.

ll bello e l’eleganza devono tornare anche in tv” ha sottolineato il designer.

3 COMMENTi

  1. […] I critici di moda della porta accanto, però, non sempre hanno avuto torto, ci sono stati effettivamente dei look poco dignitosi e stiamo ancora cercando qualcuno a cui dare la colpa: al gusto delle co-conduttrici, agli stilisti che le hanno vestite o a Enzo Miccio che era lì inviato per Real Time e non le ha avvertite del disastro imminente. Ci chiediamo quanto possa essere difficile vestirsi bene con costumisti, stylist e una barca di soldi a disposizione ma, d’altro canto, con una tale pressione addosso è facile sbagliare ed è altrettanto facile essere bersaglio di polemiche. Molti tra gli abiti criticati non erano per niente male e c’era, forse, da apprezzare di più una Arisa in Daniele Carlotta – quando non si infiocchettava il collo – che una spagnola vestita da spagnola in Armani Privè – vedi Rocio Mugnos Morales in rosso e chignon durante la prima serata. […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here