“Moda. Il nuovo Made in Italy”, il libro di Magalini sugli scaffali da dicembre

In questi mesi abbiamo sentito politici e imprenditori parlare di un marchio di fabbrica a noi caro, il Made in Italy. Mentre i lavori per l’Expo di Milano vanno avanti, c’è chi ha deciso di prendere la lente d’ingrandimento e analizzare da vicino un’arte che caratterizza il nostro Paese all’estero: stiamo parlando di  “Moda. Il nuovo Made in Italy “, il primo libro di  Marco Magalini, edito da Giubilei Regnani. L’opera vanta una prefazione scritta da Renzo Rosso, patron di Diesel.

Diverse sono le domande che si pone il giovane scrittore.
Chi è oggi il testimone del bello e ben fatto italiano che ha reso grande il made in Italy nel mondo? Tolti i colossi internazionali, chi sta dominando la scena contemporanea della moda fatta in Italia?
Quali sono i loro percorsi e i loro traguardi? Marco Magalini risponde, raccontando le vicende dei talenti di nuova generazione, che hanno deciso di produrre le loro collezioni in Italia e che si sono investiti della responsabilità di portare avanti l’eccellenza artigianale della nostra nazione.
Nel libro si evidenzia una vera e propria presa di coscienza delle possibilità del nostro Paese: l’autore individua i meccanismi del fashion system e la validità del ricambio generazionale delle maison di moda italiane più note, che non hanno paura di essere protagonisti di uno scenario contemporaneo. La moda cambia, così come chi la dirige si proietta verso il futuro. Nel libro vengono citati diverse eccellenze internazionali, come Marcobologna, Christian Pellizzari, Camo, Stella Jean, Casamadre, Paula Cademartori, San Andrès Milano e Quattromani.

libro di Magalini